Mettere radici profonde

Data: domenica, 5 maggio 2019 | Predicatore:
Serie: | Testo biblico : Salmo 139:13-16
https://sermons.seetal-chile.ch/wp-content/uploads/2019/06/Sermons_Default_Image_1920x1080.jpg

Cosa costituisce l'identità di un essere umano? Il valore di una persona gli è dato da Dio, che ha creato tutte le persone uniche e preziose. Su questa base, possiamo esplorare con gioia la vita. Così facendo, troviamo un'identità che ci sostiene e ci appaga solo con Dio.


 

Cosa ne pensi - c'è una connessione tra come Max vede se stesso e come tratta gli altri? Sono convinto che la nostra identità, la nostra immagine di sé, ha un'enorme influenza su come ci comportiamo.

La maggior parte delle persone qui si è già posta consciamente o inconsciamente la domanda: "Chi sono io?". Cosa mi rende me? Sono qualcuno? Come mi percepiscono i miei amici e conoscenti? Chi influenza la mia identità? Cosa dice Dio su chi sono io? Ho un oggetto qui. Una bevanda in una lattina di alluminio. Alcuni lo vedono come un rinfresco gradito. Altri non sono d'accordo con il contenuto e lo trovano malsano. E i terzi vedono solo l'alluminio, che è costoso da produrre, costoso da riciclare e inquina l'ambiente. A seconda di chi guarda l'oggetto, esso è prezioso o no o anche solo un rifiuto. Questo è anche il modo in cui ci sentiamo nei confronti della nostra vita e dei nostri simili.

Chi è lei? Chi sono io? Se me lo chiedete, potrei dire: io sono Jonas. Beh, questo fa di me? Questo è il mio nome. Va bene - sono un pastore di giovani. In realtà, questo è il mio lavoro. Sarei anche io un banchiere o un agricoltore. Sono alto circa 180 e peso circa 80 kg. È quello che sono? Potrei essere più basso/magro ed essere ancora me stesso. Anche se perdessi braccia e gambe in un incidente, sarei sempre io. Quindi sono più di quello che mi descrive. Ma qual è la nostra identità?

Una solida base

La nostra identità sembra essere fortemente legata alla nostra immagine di sé. Si forma superficialmente dalle nostre capacità, esperienze e immagine di sé. L'immagine di sé, a sua volta, è fortemente influenzata dal nostro ambiente, dai genitori, dall'educazione, dalle esperienze, dagli amici, dagli insegnanti e così via. Tuttavia, tutte queste cose non definiscono il valore che abbiamo. Tutte queste cose cambiano costantemente e possono cambiare da un giorno all'altro. Dai un'occhiata alla nostra decorazione (molte grazie a Katharina). Nella parte inferiore ha un portainnesto robusto e pesante. Attaccate ad essa ci sono piattaforme individuali decorate con ogni sorta di oggetti personali dei nostri adolescenti che vengono benedetti. Penso che questa sia una super immagine per la nostra vita. Se vogliamo un'identità che non vacilli e non dipenda da un numero x di fattori diversi, che sia stabile e inamovibile, proprio come il portainnesto della nostra decorazione, allora dobbiamo rivolgerci a Dio, abbiamo bisogno di uno che sia egli stesso inamovibile, se vogliamo sicurezza e protezione. La Bibbia dice di Dio:"Dall'alto vengono solo doni buoni e solo doni perfetti; vengono dal Creatore dei corpi celesti, che non cambia e presso il quale non c'è cambiamento dalla luce alle tenebre. " (Giacomo 1:17 NGÜ). Dio non cambia. Non è come tutte le cose con cui abbiamo a che fare ogni giorno. Dio è buono e rimane buono. Non diventa improvvisamente scuro e cambia idea. E questo Dio gioca un ruolo decisivo quando ci chiediamo quale sia il nostro valore (e quindi anche il valore degli altri).

Quando Dio ha creato l'uomo, aveva un'idea, aveva uno scopo. Per quanto riguarda la creazione dell'uomo, dice:"Allora Dio disse: "Faremo l'uomo a nostra immagine e somiglianza".Essi avranno il dominio sui pesci del mare, sugli uccelli del cielo, su tutto il bestiame, sugli animali selvatici e su ogni essere strisciante". Così Dio creò gli esseri umani a sua immagine, a immagine di Dio li creò, maschio e femmina li creò" (Genesi 1:26,27 NL). Come essere umano, sei un'immagine di Dio. Wow - che dignità che ti dà. Che valore dà ad ogni essere umano quando ci rendiamo conto che è un'immagine del Dio che ha fatto il cielo e la terra. Il Dio che ha il controllo di tutto. Non sei solo un prodotto del caso, uno scherzo della natura. Tu sei un'immagine di Dio. Non importa come ti vedi, o quello che gli altri dicono di te, tu hai fondamentalmente un valore enorme che nessuno può negarti! In un certo senso, questo è il fondamento della nostra identità. Si può e si deve essere.

La libertà di scoprire

Con questa conoscenza in mente, si può iniziare a conoscere la propria identità. Gli adolescenti che vengono benedetti oggi sono più all'inizio di questo viaggio. Siete come le piattaforme del nostro deco. Non tutti sono allo stesso livello, non tutti portano lo stesso oggetto. Gli oggetti possono anche essere portati via e sostituiti. Voglio incoraggiarvi a conoscervi meglio. Scopri i tuoi talenti e il tuo potenziale. Provare le cose. Chiedete ai vostri genitori, insegnanti, mentori e amici cosa vedono in voi. Fatti coinvolgere in diversi settori ed esplora la tua personalità. Non abbiate paura. Perché il fondamento della promessa e dell'amore di Dio è saldo e non cambia. La vostra dignità vi è data da Dio.

"Tu sei colui che ha creato il mio corpo e la mia anima, mi hai formato ad arte nel grembo di mia madre. Ti ringrazio di essere così meravigliosamente creato, mi riempie di stupore. Sì, me ne sono reso conto: Le tue opere sono meravigliose! Non ti sono stato nascosto quando ho preso forma, quando sono stato creato nel buio, formato ad arte nel grembo profondo della terra. I tuoi occhi mi hanno visto già quando la mia vita è nata nel grembo di mia madre. Tutti i giorni che dovevano venire erano già scritti nel tuo libro prima che qualcuno di loro arrivasse" (Salmo 139:13-16 NGÜ).

Vi siete mai sentiti inferiori e insufficienti? Probabilmente è successo a ognuno di noi di fare qualcosa per cui ci è stato detto o abbiamo pensato che eravamo insufficienti e senza valore. Ma la Bibbia ci dice che non solo siamo un'immagine di Dio, ma che Dio ci ha anche deliberatamente creato così come siamo. Con tutte le nostre asperità. Dio ti ha creato meravigliosamente e la tua vita è disposta davanti a lui e niente di quello che ti succede è una sorpresa per lui. Dio non è mai sopraffatto da quello che succede nella tua vita. Tra gli adolescenti, molti sono sulla cresta dell'onda e dopo l'estate qualcosa di molto nuovo è in arrivo. Probabilmente non avrete sempre successo in tutto e raggiungerete i vostri limiti. E Dio lo vede! Vuole stare con te e renderti sempre più consapevole del tuo valore e prometterti la tua identità.

Radici profonde

Finora ci siamo occupati principalmente del valore di ogni essere umano. Ognuno è fatto a immagine di Dio, è voluto e amato da Dio. Ma Dio non ha semplicemente creato noi umani per popolare questa terra come formiche che devono sempre lavorare e poi morire. Dio ha creato l'uomo per avere comunione con lui. Questa era la sua intenzione. Dopo che Dio creò i primi uomini, essi si ribellarono a Dio e preferirono essere indipendenti da Dio. Ancora oggi sentiamo le conseguenze di questa decisione. Ogni essere umano desidera appartenere, moltissimi hanno una bassa autostima e abbiamo bisogno di forza e autocontrollo. Credo che la nostra anima può diventare calma solo quando siamo tornati alla comunione con Dio. Ma non possiamo farlo da soli. Dio doveva fare un passo verso di noi e lo ha fatto in Gesù Cristo. Gesù ha vissuto in questo mondo e ci ha mostrato in modo molto pratico come Dio intendeva la vita e quanto ci ama. Gesù è persino morto in modo agonizzante sulla croce affinché noi potessimo diventare figli di Dio."Ma a tutti quelli che lo hanno ricevuto [Gesù] e hanno creduto nel suo nome, egli ha dato il diritto di diventare figli di Dio" (Giovanni 1:12 NGÜ). Quando siamo collegati a Gesù, la nostra identità cambia bruscamente. Insieme alla dignità e ai buoni pensieri di Dio sulla nostra vita, diventiamo figli di Dio. Come suoi figli non dobbiamo più avere paura, lui garantisce di fornirci tutto ciò di cui abbiamo bisogno. Come figli di Dio, noi apparteniamo. Moltissime persone si sentono sole. Grazie a Gesù, ci è permesso di appartenere alla famiglia di Dio senza dover fare nulla. È un dono. Come figli di Dio, siamo perdonati - non dobbiamo più portarci dietro i nostri vecchi fardelli, Dio ci perdona.

Voglio incoraggiare voi che siete benedetti oggi a cercare soprattutto la vostra identità spirituale, oltre alle vostre capacità e talenti naturali. La vita è eccitante, avventurosa e ha molto da offrire. Anche questa è una buona cosa e ci è permesso di goderne. Ma tutte le cose del mondo non possono darci un vero sostegno e appagamento. Possiamo trovare un'identità affidabile e degna di essere vissuta solo con Dio.