Come te e me

«Io ti bene­dirò e tu sarai una bene­di­zio­ne» (secon­do Gene­si 12:2). Abra­mo, il pad­re di mol­te nazio­ni, ha rice­vu­to ques­ta pro­messa da Dio. Dio gli chie­se una par­ten­za incredi­bi­le: dove­va lascia­re la sua patria, dove era già radi­ca­to da 75 anni. Come uomo bene­det­to da Dio, deve div­en­ta­re una bene­di­zio­ne per mol­te alt­re per­so­ne e nazioni.

Ques­t’an­no esami­ne­r­emo la vita di Abra­mo e di mol­ti alt­ri per­sona­g­gi bibli­ci. Scopri­re­mo un filo comu­ne: Dio par­la alle per­so­ne, le bene­di­ce e le ren­de una bene­di­zio­ne per gli alt­ri. Moti­va­to e dota­to del­la bene­di­zio­ne di Dio, puoi fare la dif­fe­ren­za in ques­to mondo!

Questo ha senso!

25 Dicembre 2020 
Un mess­ag­gio nata­li­zio sul­le luci, i can­de­l­ab­ri e l’il­lu­mi­na­to. Il mot­to di oggi: «Beato il popo­lo il cui Dio è il Signo­re! ( Sal­mo 144:15). «Ecco, io vi annun­cio una gran­de gioia, che sarà per tut­to il popo­lo, per­ché oggi vi è nato un Sal­va­to­re, che è Cris­to Signo­re, nel­la città di Davi­de» ( Luca 2:10–11). In ques­to momen­to vivia­mo in un mondo nata­li­zio lumi­no­so. Vivia­mo in un para­di­so di luci di cui gioi­re con il cuo­re. Qua e là migli­a­ia di luci bril­la­no su di noi.… 
Simeo­ne è un uomo che vive­va a Geru­sa­lem­me al tem­po del­la nas­ci­ta di Cris­to. Ha vis­s­u­to una vita avven­tis­ta per­ché aspett­a­va con ansia il Mes­sia. Ma poi arri­vò all’in­con­tro con Cris­to: vide Gesù con i suoi occhi e lo pre­se anche in brac­cio. La quint­essen­za di ques­to incon­tro nata­li­zio è che Simeo­ne ha spe­ri­men­ta­to la gioia supre­ma e ha potu­to mor­i­re in pace. Colo­ro che incon­tra­no Gesù Cris­to lo spe­ri­men­ta­no anco­ra oggi. Dopo la nas­ci­ta di suo figlio Gesù, secon­do la leg­ge ebrai­ca, Maria fu con­si­de­ra­ta qua­ran­ta giorni… 
Come fun­zio­na: aspet­t­a­re che Gesù tor­ni? Chie­dia­mo a Gesù e ai due apos­to­li Pao­lo e Pie­tro. L’at­tesa fa schi­fo! Cosa suc­ce­de quan­do sei in pie­di sul­la pia­t­ta­for­ma e il tre­no non arri­va? Già tre minu­ti di ritar­do, nes­sun annun­cio, nes­sun avvi­so sullo scher­mo del­la pia­t­ta­for­ma! «No, non può esse­re vero! È semp­re lo stes­so». La nos­tra lam­pa­da da tavo­lo da pran­zo, che abbia­mo comp­ra­to all’i­ni­zio del­l’an­no, ha abban­do­n­a­to il fan­tas­ma. Ci è sta­to det­to che ci sareb­be­ro volu­te cir­ca 4–6 set­ti­ma­ne per la ripa­ra­zio­ne. All’i­ni­zio del­la set­ti­ma­na io… 
Gedeo­ne sten­de il vel­lo due vol­te e rice­ve la con­fer­ma che Dio vuo­le dar­g­li la vit­to­ria con­tro Madi­an. Il suo eser­ci­to è com­pos­to da 32.000 uomi­ni, ma sono ridot­ti a 300. Dio non vuo­le che gli israe­li­ti si van­ti­no di esser­si sal­va­ti con le pro­prie for­ze. Trom­be, gia­re d’ar­gil­la e tor­ce gio­ca­no un ruo­lo nel­la bat­ta­glia. Ques­to rappre­sen­ta che Dio era in mez­zo al suo popo­lo. La vit­to­ria è sta­ta otte­nuta solo attra­ver­so di Lui. Il ser­mo­ne dà forte… 
Dio ci ha offer­to una nuo­va alle­an­za attra­ver­so Gesù. Usan­do Ebrei 3 e 5, voglio parl­a­re di qua­li sono i pen­sie­ri del Pad­re su di noi e cosa signi­fi­ca per noi come cris­tia­ni, come segu­aci e imi­ta­to­ri di Gesù. Voglio parl­a­re di quan­to sia­mo co-incar­na­ti in Gesù e appar­te­nia­mo alla sua famiglia e cosa signi­fi­ca cre­sce­re come suoi segu­aci. Qual­che mese fa ho attra­ver­sa­to un pro­ces­so in cui ho messo in dis­cus­sio­ne ciò che… 
Il popo­lo d’Is­rae­le ha vis­s­u­to un peri­odo mol­to dif­fi­ci­le pochi anni dopo il suo ingres­so nel­la Ter­ra Pro­messa. Per un peri­odo di set­te anni furo­no sac­cheg­gia­ti e depre­da­ti dai Madia­niti. Per con­dur­re il popo­lo fuo­ri dal­la sua mise­ria, Dio chia­ma il timo­ro­so Gedeo­ne fuo­ri dal suo nas­con­diglio e si rivol­ge a lui come «eroe» di tut­te le cose. Quan­do Dio vuo­le inter­ve­ni­re in una situa­zio­ne, spes­so chia­ma per­so­ne comu­ni che si sen­to­no debo­li. Un codar­do unito alla for­za di Dio fa un eroe. A vol­te si sente… 
Il re Eze­chia ave­va un’er­edi­tà estre­ma­men­te dif­fi­ci­le da sop­port­a­re. Suo pad­re fece tut­to ciò che il Signo­re ave­va proi­bi­to. Eze­chia si stac­cò dal­la sto­ria del­la sua famiglia e pre­se una posi­zio­ne pro­pria. Bru­ciò tut­ti gli ido­li e gli uten­si­li del­l’ido­la­tria nel­la Val­le di Kidron e rein­tro­dus­se il cul­to. Carat­te­ris­ti­ca di Eze­chia è la sua fidu­cia in Dio. Gra­zie a ques­to, ha avu­to suc­ces­so in tut­to ciò che ha fat­to. Quan­do era mala­to a mor­te, Dio gli ha dato alt­ri 15 anni di vita. Non era­no buo­ni per lui. Si è sopravvalutato… 
Gio­na­ta è un uomo – a dif­fe­ren­za di suo pad­re re Saul – che vive i sogni di Dio attra­ver­so la sua fede. Di fron­te a una supe­rio­ri­tà for­mi­da­bi­le, pren­de la decisio­ne di per­se­gui­re gli obi­et­ti­vi di Dio. Jona­than chia­ris­ce che l’i­ni­zia­ti­va e l’as­sun­zio­ne di rischi sono qua­li­tà spi­ri­tu­alm­en­te pre­zio­se e necessa­rie. La sua con­vin­zio­ne è: «Non è dif­fi­ci­le per l’E­ter­no aiut­a­re con mol­to o con poco» (1 Samue­le 14:6). Jona­than lo spe­ri­men­tò in modo impres­sio­nan­te insie­me al suo fede­le coraz­zie­re. Intor­no al 1000 a.C., le tri­bù israe­li­te ave­va­no Saul… 
Il Van­ge­lo è più del­la vita eter­na? Esse­re con Dio una vol­ta? Cer­to! La vita eter­na comin­cia già qui sul­la ter­ra. Attra­ver­so Gesù Cris­to abbia­mo acces­so alla gra­zia di Dio. Cosa signi­fi­ca la gra­zia? Vogli­a­mo guar­da­re ques­to insie­me e lasci­ar­ci ispi­ra­re nuo­va­men­te dal Van­ge­lo. Usan­do la sto­ria di Davi­de e Mefi­bos­heth, vedre­mo come Dio vuo­le bene­dire la tua vita oggi e come puoi div­en­ta­re una bene­di­zio­ne per gli alt­ri. In Mol­da­via ques­t’an­no abbia­mo molti… 
Agur è un uomo sag­gio con un’al­ta cono­s­cen­za e cons­ape­vo­lez­za di sé. Cono­s­ce le sue debo­lez­ze e le sue ten­ta­zio­ni: Fal­si­tà e men­zo­gna, e ave­re trop­po o trop­po poco. Pre­ga Dio di tene­re ques­to lon­ta­no da lui. Fon­da­men­talm­en­te, pre­ga per l’au­ten­ti­ci­tà, per la veri­tà e per uno sti­le di vita di con­ten­tez­za e fru­ga­li­tà. Ques­te sono le con­di­zio­ni di cui ha biso­g­no per poter vive­re una sana rela­zio­ne con Dio. Come te e me. Tut­to il nos­tro sis­te­ma eco­no­mico è bas­a­to su… 
Come riuscia­mo a sta­re insie­me nono­stan­te tut­te le nost­re idio­sin­cra­sie e dif­fe­ren­ze? Nel­la Bibbia incon­tria­mo due uomi­ni nel tem­pio che si evi­ta­no a vicen­da. Ent­ram­bi han­no qual­co­sa da dir­ci! Ave­te anche voi spe­ri­men­ta­to che Gesù ha pre­di­ca­to a voi per­so­nalm­en­te? Attra­ver­so un’e­s­pe­ri­en­za, una per­so­na o un’im­ma­gi­ne – in un sog­no o davan­ti agli occhi? Ros­ma­rie ed io vole­va­mo dei fig­li subi­to dopo il matri­mo­nio, ma abbia­mo dovu­to aspet­t­a­re 8 anni… 
Esse­re vizia­to da suo pad­re, il rifiu­to e il tra­di­men­to dei suoi fratel­li ven­di­ca­ti­vi, tut­te le ingiu­s­ti­zie in Egit­to – Giu­sep­pe sem­bra pre­desti­na­to a un ruo­lo di vit­ti­ma. Come si può affron­ta­re un simi­le pas­sa­to? La chia­ve era la rin­un­cia ad assu­me­re il ruo­lo di Dio, la fidu­cia nel­la bon­tà di Dio e il desi­de­rio di vive­re la sua vita per la glo­ria di Dio. Le nost­re pri­gio­ni sono pie­ne di per­so­ne che, a ben guar­da­re, han­no vis­s­u­to una brut­ta infan­zia con espe­ri­en­ze tris­ti. Un pad­re che anco­ra e ancora… 
Non pos­sia­mo influ­en­z­a­re ciò che acca­de CON noi, ma pos­sia­mo influ­en­z­a­re ciò che acca­de IN noi. Joseph ha potu­to trac­cia­re un bilan­cio (prov­vi­so­rio) estre­ma­men­te posi­tivo del­la sua vita all’e­tà di 40 anni. E ques­to nono­stan­te il fat­to che abbia avu­to cat­ti­ve con­di­zio­ni di par­ten­za per la sua vita. In 22 lunghi anni ha impa­ra­to a per­se­ver­a­re, ad abbrac­cia­re la sof­fe­ren­za e a guar­da­re avan­ti con spe­r­an­za. Ques­to lo ha tras­for­ma­to in un uomo che ha sal­va­to la vita di mol­te per­so­ne. Alcu­ne per­so­ne tro­va­no la rea­liz­za­zio­ne nono­stan­te mol­te oppo­si­zio­ni e crisi .… 
Nel suo viag­gio fino­ra, Joseph ha già impa­ra­to mol­to in ter­mi­ni di carat­te­re e timo­re di Dio. Ora i suoi pri­mi suc­ces­si comin­cia­no a veder­si. Vie­ne ass­un­to come ser­vi­to­re per­so­na­le da uno dei minis­tri del farao­ne. Tut­to sta andan­do bene. Tut­ta­via, le cose van­no di nuo­vo in dis­ce­sa. Del tut­to ingiu­s­ta­men­te, vie­ne get­ta­to in pri­gio­ne e lì dimen­ti­ca­to. Ma alla fine, cre­sce anco­ra di più nel suo desti­no. Impa­ra due cose essen­zia­li: met­te­re la sua fidu­cia solo in Dio e dis­to­glie­re lo sguar­do da se stes­so. Giu­sep­pe era il figlio preferito… 
Guar­dia­mo i 12 dis­ce­po­li e ci chie­dia­mo qua­li lezio­ni pos­sia­mo impara­re da loro per la nos­tra unio­ne nel­la con­gre­ga­zio­ne. Il ter­mi­ne «dis­ce­po­lo» si rife­r­is­ce ori­gi­na­ria­men­te agli allie­vi di un maes­tro. Nel mondo del­l’An­ti­co Tes­ta­men­to, i dis­ce­po­li appar­ten­eva­no a un rab­bi­no o a un prof­e­ta; nel mondo gre­co, si riuni­va­no intor­no ai filo­so­fi. Il pre­cur­so­re di Gesù, Gio­van­ni Bat­tis­ta, ave­va già i suoi dis­ce­po­li, così come Gesù. Incon­tria­mo il ter­mi­ne dis­ce­po­lo solo… 
I suoi fratel­li get­t­a­ro­no Giu­sep­pe in un poz­zo. Era sedu­to lì, pie­no di pau­ra e sen­za prospet­ti­ve per il futu­ro. Ma Dio sta­va già tiran­do i fili sullo sfon­do. Giu­sep­pe dice più tar­di: «Dio ha tras­for­ma­to in bene tut­to il male che ave­vi pro­get­ta­to. In ques­to modo vole­va sal­va­re la vita di mol­te per­so­ne» (Gene­si 50:20 NL). Sem­pli­ce­men­te non sia­mo più abi­tua­ti a tratta­re con il dolo­re, la sof­fe­ren­za e la mor­te. Eppu­re è il modo in cui Dio ci plas­ma e ci ren­de sale e luce su questo… 
Danie­le ha ser­vi­to tre re sen­za Dio duran­te la sua vita. In una cul­tu­ra che può esse­re descrit­ta come demo­nia­ca, egli pren­de influ­en­za e incon­tra la gen­te di ques­ta cul­tu­ra pie­na di sag­gez­za e di intui­zio­ne. Div­en­ta un uomo ele­va­to e ris­pet­ta­to. Attra­ver­so una rela­zio­ne atti­va con il Dio viven­te e un for­te fon­da­men­to nel­le scrit­tu­re, rie­sce a resis­te­re alla pro­pa­gan­da del­l’­im­pe­ro babi­lo­ne­se e div­en­ta una bene­di­zio­ne per mol­te per­so­ne. Un uomo pie­no di sag­gez­za e intui­zio­ne Se sie­te stati… 

Nuovo territorio

16 agos­to 2020 
Chi vuo­le scopri­re nuo­ve terre ha biso­g­no di corag­gio. Ci sfi­da a fare pas­si nel­la fede, anche se non sap­pia­mo dove ci por­terà il viag­gio. Non sap­pia­mo anco­ra qua­le stra­da dov­rem­mo pren­de­re. Ma Joshua ci dà dei con­sig­li nel­la Bibbia su ciò a cui dov­rem­mo pre­sta­re atten­zio­ne quan­do sia­mo in cammi­no per scopri­re cose nuo­ve. In pri­mo luo­go, i nos­tri occhi dov­reb­be­ro esse­re semp­re su Dio (Arca del­l’Al­le­an­za), e in secon­do luo­go, è importan­te ini­zia­re nuo­ve avven­ture con un cuo­re puro. Oh come… 
Giu­sep­pe fece dei sogni all’e­tà di 17 anni che si sareb­be­ro effet­tiva­men­te avvera­ti tre­di­ci anni dopo. Dai suoi sogni al suo desti­no, ci sono sta­te mol­te pro­ve e sfi­de da super­a­re. Uno di ques­ti era il test del­l’or­go­glio. Dio lo ha aiuta­to a div­en­ta­re una per­so­na umi­le. Dal pri­mo incon­tro tra Gia­cob­be e Rache­le sape­va: per ques­ta don­na sono pron­to a dare tut­to! Laba­no, il pad­re di Rache­le, sape­va come usar­lo e gli fece pas­sa­re set­te anni per… 
Noi uma­ni sia­mo così diver­si, e anche noi cris­tia­ni. Abbia­mo i nos­tri gior­ni. Abbia­mo le nost­re impron­te. Abbia­mo le nost­re pre­fe­ren­ze. Abbia­mo le nost­re aspet­ta­ti­ve. Abbia­mo le nost­re incli­na­zio­ni… È mai pos­si­bi­le una stret­ta unio­ne fra­ter­na nel­la chie­sa? Com­men­to di Gesù: Tut­to è pos­si­bi­le a colui che crede! Una vol­ta una raga­z­za dis­se: «Sono con­ten­ta di ave­re mio fratel­lo, anche se cer­ti gior­ni mi fa un gran pia­ce­re torcer­g­li il collo.… 

Scintille di speranza

26 Lug­lio 2020 
Dio è buo­no. La sua bon­tà è un dono e non deve esse­re gua­da­gna­ta. Ma ci sono momen­ti in cui la bon­tà di Dio ci rima­ne nas­cos­ta, momen­ti in cui Dio sem­bra rivol­ger­si con­tro di noi. Il prof­e­ta Gere­mia descri­ve espe­ri­en­ze nega­ti­ve stra­zi­an­ti che ha con Dio. Ma sos­ti­ene che c’è anco­ra un «res­to» del­la bon­tà di Dio e mos­tra il modo in cui egli «attin­ge» a ques­to res­to… È una paro­la del libro del­le Lamen­ta­zio­ni che… 
Affa­sci­nan­ti flash dal­la vita e dal­la fede degli alt­ri! In due ser­mo­ni esami­ne­r­emo la vita di tre fratel­li e sorel­le, pri­ma dal­l’AT (oggi 19 lug­lio) e poi (2 agos­to) dal NT. Per­se­guo due obi­et­ti­vi: voglio sape­re come fun­zio­na­va la loro con­vi­venza fra­ter­na, e voglio sape­re se cer­te osser­va­zio­ni posso­no esse­re tras­fe­ri­te alla nos­tra con­vi­venza fra­ter­na nel­la con­gre­ga­zio­ne – il che sareb­be una bene­di­zio­ne per tut­ti noi! Qui nel­la con­gre­ga­zio­ne abbia­mo la buo­na abitu­di­ne di… 

In viaggio con Dio

12 Lug­lio 2020 
Dopo che Gesù ebbe scel­to i suoi dodi­ci dis­ce­po­li, li pre­se al suo fian­co per istruir­li. Sapen­do a mala­pe­na cosa aspet­t­ar­si, ascol­ta­ro­no atten­ta­men­te il Ser­mo­ne di Gesù sul Mon­te. «Voi sie­te il sale del­la ter­ra e la luce del mondo». Con ques­ta affer­ma­zio­ne, Gesù ha dato a loro e a tut­ti gli alt­ri che ascolta­va­no – e che crede­va­no in lui – il com­pi­to di far cono­s­ce­re il Pad­re dei cie­li e il suo reg­no al mondo inte­ro. Paro­le for­ti, che fino ad oggi non hanno… 
Quan­do Abra­mo deve sacri­fi­ca­re il suo tan­to atte­so e ama­to figlio Isac­co, la sua fidu­cia in Dio è messa a dura pro­va. Abra­mo supe­ra ques­ta pro­va per­ché ha fidu­cia che Dio è buo­no e ha in ser­bo del­le vie che lui anco­ra non cono­s­ce. Oggi, Dio non cer­ca più sacri­fi­ci mate­ria­li, ma i nos­tri cuo­ri indi­vi­si. Abra­mo ave­va sog­ge­zio­ne di Dio. Ques­ta è la con­di­zio­ne per esse­re obbe­dien­ti anche quan­do sem­bra a pro­prio svant­ag­gio. La con­se­guen­za di ciò è la benedizione.… 
Le pre­ghie­re sono pro­fon­da­men­te radi­ca­te in una rela­zio­ne atti­va con Dio. Si basa­no sul chie­de­re a Dio anco­ra e anco­ra ciò che vuo­le fare, e poi pre­ga­re e agi­re di con­se­guen­za. Se non appro­fon­dia­mo la nos­tra rela­zio­ne con Gesù, le nost­re pre­ghie­re sono inef­fi­caci e non van­no a seg­no. Wow, l’a­ve­te vis­to in tea­tro, ques­to ser­mo­ne di oggi è sul­la pre­ghie­ra! E mol­to clas­si­ca­men­te è sta­to mostra­to nel­la pre­ghie­ra di gua­ri­gio­ne. Ma voglio dire subi­to che.… 
Sem­bra che Lot non aves­se una bus­so­la eti­ca, che andas­se alla deri­va e prend­esse la via di minor resis­ten­za. Di con­se­guen­za, la sua vita asso­miglia a una serie di dis­gra­zie. Come pos­sia­mo fare scel­te sag­ge e sos­teni­bi­li nel­la nos­tra vita? Nono­stan­te tut­to, Lot pas­sa alla sto­ria come un «uomo giu­s­to». Ques­to ha mol­to a che fare con la pre­ghie­ra di suo zio Abra­mo. Con Lot, il nipo­te di Abra­mo, mol­te cose non anda­va­no bene. Ma non c’è nes­sun esem­pio che… 
I geni­to­ri Ada­mo ed Eva diedero al loro secon­do figlio il nome di Abe­le, che signi­fi­ca respi­ro o nul­la. Ques­to è sta­to ripe­tutamen­te attri­bui­to a lui attra­ver­so il suo nome. Le paro­le han­no pote­re. Abe­le, nono­stan­te la sua bre­ve vita, diven­ne il pri­mo esem­pio di fede (Ebrei 11:4). A dif­fe­ren­za di Cai­no, ha sacri­fi­ca­to il pri­mo e il miglio­re a Dio. Nel Dis­cor­so del­la Mon­ta­gna, Gesù pren­de in giro Abe­le. Se si era accor­to che Cai­no ave­va qual­co­sa con­tro di lui, avreb­be dovu­to avvici­n­ar­lo e risol­ve­re il problema.… 
Per­ché c’è così tan­ta ingiu­s­ti­zia in ques­to mondo? O Dio è addi­rit­tu­ra ingiu­s­to? Cai­no sen­ti­va di esse­re tras­cu­ra­to e non app­rez­za­to da suo fratel­lo Abe­le. Pro­fon­da­men­te offe­so e con­su­ma­to dal­l’in­vi­dia, diede libe­ro sfo­go alla vio­len­za e uccise suo fratel­lo. Dio gli ave­va mostra­to un modo miglio­re per affron­ta­re i suoi sen­ti­men­ti nega­ti­vi. Tut­ta­via, Dio diede a Cai­no una secon­da pos­si­bi­li­tà. Dov­reb­be vive­re, un uomo seg­na­to, ma vive­re. Abbi pie­tà di noi, Signo­re. Per­ché una per­so­na vie­ne dia­gnosti­ca­ta con… 
Saul fu unto come pri­mo re su Israe­le. Come equi­paggia­men­to per ques­to, lo Spi­ri­to di Dio ven­ne su di lui. Era SPIRITOSO. Lo Spi­ri­to ha fat­to sì che par­las­se prof­eti­ca­men­te, che si tras­formas­se in un’al­tra per­so­na e che fos­se gui­da­to da Dio. Attra­ver­so la disob­be­dien­za a Dio, fu deS­PI­RI­TO, il Signo­re si allon­tanò da lui, che alla fine finì nel sui­c­idio. Pos­sia­mo impara­re mol­to da ques­ta sto­ria per la nos­tra vita con lo Spi­ri­to San­to. Un avvo­ca­to (let­te­ralm­en­te il con­vo­ca­to) è un avvo­ca­to o… 
Noè vive­va in un mondo cor­rot­to – la gen­te si allon­t­a­na­va da Dio. Ma Noè tro­vò la gra­zia pres­so Dio. Ha per­cor­so il suo cammi­no con lui, lo ha ascol­ta­to e così è div­en­ta­to una luce nel­la socie­tà di quel tem­po. Attra­ver­so Gesù, anche noi sia­mo chia­ma­ti e auto­riz­za­ti a vive­re come luci in un mondo cor­rot­to. Anche oggi ci pren­dia­mo del tem­po per cono­s­ce­re una per­so­na del­la Bibbia. Vole­vo pren­de­re una per­so­na dal libro del­la Gene­si con un… 
Agar dovet­te fare da schia­va a Sarah, la moglie di Abra­mo, per­ché non pote­va ave­re fig­li. Quan­do era incin­ta, le due don­ne ebbe­ro un liti­gio, così Hagar fug­gì nel deser­to. Lì incon­trò un ange­lo che le dis­se di umi­li­ar­si e torna­re indie­tro. Agar chiamò il Signo­re che le ave­va par­la­to El Roi – Dio che mi vede. Poi­ché le è sta­to dato credi­to da Dio, è sta­ta in gra­do di ritorna­re nel relit­to emo­tivo. Hai già… 
Gesù dice: «Per­ché chi­unque fa la volon­tà del Pad­re mio che è nei cie­li è mio fratel­lo, mia sorel­la e mia madre». (Matteo 12:48–50). Insie­me all’ap­p­rez­zamen­to per le madri, il ser­mo­ne guar­da a come noi stes­si pos­sia­mo div­en­ta­re madri e padri, fratel­li e sorel­le gli uni degli alt­ri. Il ser­mo­ne è cos­tel­la­to di espe­ri­en­ze e mol­ta moti­va­zio­ne per vive­re insie­me la famiglia spi­ri­tua­le come una con­gre­ga­zio­ne! Fes­ta del­la mam­ma! Do un ben­ven­uto spe­cia­le a voi madri e spe­ro sin­cer­a­men­te che abbia­te i pos­ti più como­di oggi! È… 
Giu­da è deter­mi­nan­te nel­la ven­di­ta di suo fratel­lo Giu­sep­pe all’E­git­to. Poi scen­de a Cana­an. Cana­an sta per amo­re del­le ten­ta­zio­ni del mondo. Dopo aver agi­to i suoi biso­gni ses­sua­li sul­la nuo­ra tra­ves­t­i­ta Tamar, si ren­de con­to del­la sua col­pa e tor­na indie­tro. Ora è per­si­no dis­pos­to a dare la vita per suo fratel­lo. Giu­da era un fratel­lo di Giu­sep­pe che fece ven­de­re Giu­sep­pe come schia­vo in Egit­to (Gene­si…
Eva fu ten­ta­ta dal ser­pen­te nel giar­di­no del­l’E­den su tre livel­li: Avi­di­tà, ava­ri­zia e osten­ta­zio­ne. Ques­te sono le stesse ten­ta­zio­ni che incon­tria­mo anco­ra oggi e sem­bra­no esse­re la ris­pos­ta adat­ta al nos­tro desi­de­rio di feli­ci­tà. Il risul­ta­to è in defi­ni­ti­va la ver­go­gna e il defi­cit. Le per­so­ne non div­en­ta­no feli­ci attra­ver­so le cose ester­ne, ma nel­l’a­mo­re per Dio e nel­l’es­se­re pre­sen­ti per le alt­re per­so­ne. Hans ave­va ser­vi­to fedelmen­te il suo capo per set­te anni e ave­va rice­vu­to un muc­chio d’o­ro come ricom­pen­sa, che era così… 
Quan­do il ser­pen­te ten­tò gli uomi­ni nel giar­di­no del­l’E­den, Ada­mo rima­se in silen­zio e pas­siva­men­te accan­to a sua moglie. Ques­to sche­ma si è ripe­tu­to milio­ni di vol­te nel cor­so del tem­po. Mol­ti uomi­ni si chiudo­no quan­do le cose div­en­ta­no con­fu­se o minac­cio­se. Il secon­do Ada­mo, Gesù Cris­to, cam­bia com­ple­ta­men­te il seg­no. Ci tro­via­mo nel­l’i­dil­lio più bel­lo del giar­di­no del­l’E­den. Recen­te­men­te ho foto­gra­f­a­to una foto su cui era stam­pa­to il seguen­te tes­to accan­to a un magni­fi­co paesag­gio: «Eden in Tur­go­via – il paesag­gio tur­go­vie­se come… 

Il giardiniere

12 Aprile 2020 
Gesù ris­or­to incon­tra Maria alla tom­ba vuo­ta come giar­di­nie­re. Dio è come un giar­di­nie­re per noi. Lui sa come tras­for­ma­re una ter­ra ari­da in un giar­di­no fio­ren­te. La Pas­qua tras­for­ma un Vener­dì San­to di lut­to in un Vener­dì San­to, una sto­ria di lut­to in una sto­ria di spe­r­an­za. Quan­do le case ven­go­no cos­trui­te in un comp­les­so resi­den­zia­le e le prime per­so­ne si tras­fe­ris­co­no nei loro appar­ta­men­ti, i din­tor­ni sono anco­ra mar­ro­ni, spor­chi e tetri. Il giar­di­nie­re è l’ul­ti­mo pro­fes­sio­nis­ta che vie­ne a occup­ar­si di ques­to squal­lo­re, crean­do un giardino,… 

La croce

10 Aprile 2020 
Per alcu­ni, insen­sa­to, inu­ti­le, sem­pli­ce­men­te uno scan­da­lo; per alt­ri, la base del­la loro nuo­va vita con Dio. Inolt­re, spe­ri­men­ti­amo Andre­as nel suo inter­es­san­te per­cor­so di fede. Andre­as si sie­de sul pavi­men­to e si arro­to­la una sig­a­ret­ta. Per qua­si 3 set­ti­ma­ne, il 18enne ha intra­pre­so un viag­gio alla scoper­ta di se stes­so. Tut­to solo, ha gui­da­to il suo moto­ri­no fino all’Ing­hil­ter­ra e ritor­no, 3000 km. Ora è sul­la via del ritor­no e sta facen­do una pau­sa su una pan­chi­na; la sua tuta da lavoro è spor­ca, il suo… 
«Anche i gigan­ti sono solo nani», da Cal­eb, la corag­gio­sa spia di Dio. Con l’aiu­to del­lo Spi­ri­to San­to, voglio far capi­re ai miei ascol­ta­to­ri che pos­sia­mo esse­re corag­gio­si sul­la stra­da con Dio, per­ché le gran­di sfi­de div­en­ta­no pic­co­le dal­la sua prospet­ti­va. Il ser­mo­ne è pre­ce­du­to da un bre­ve filma­to: https://www.youtube.com/watch?v=mq_r9SvtsDU&feature=youtu.be Met­ti la mano sul tuo cuo­re e sii ones­to. – Quan­ti di voi avreb­be­ro osa­to anda­re al cine­ma con ques­ta com­pa­g­nia? Ci vuo­le mol­to corag­gio, vero? Io stes­so sarei and­a­to al cine­ma con… 

Cosa stai guardando?

29 Mar­zo 2020 
Eli­seo e il suo ser­vo vivo­no una sto­ria di vede­re o non vede­re di fron­te a un eser­ci­to nemi­co. Attra­ver­so una pre­ghie­ra di Eli­seo, la visio­ne di Geha­zi fu sbloc­ca­ta nel­la real­tà spi­ri­tua­le invi­si­bi­le. Di con­se­guen­za, ha per­so ogni pau­ra per­ché ha vis­to gli eser­ci­ti di Dio mol­to supe­rio­ri ai per­i­co­li del mondo. Anche nel­le nost­re lezio­ni di gui­da del­l’­au­to ci han­no inseg­na­to che si gui­da dove si guar­da. Se guar­dia­mo l’al­be­ro sul­la cur­va, c’è un gran­de per­i­co­lo di col­li­sio­ne. Ecco per­ché in… 
Chi ascol­ta Gesù e agis­ce di con­se­guen­za è come un uomo che cos­tru­is­ce la sua casa sul­la roc­cia. D’al­tra par­te, colui che solo ascol­ta e non agis­ce, affon­da la sua vita. Un dis­ce­po­lo ris­pon­de all’in­vi­to di Gesù a seguir­lo e ora fa tut­to il pos­si­bi­le per con­di­vi­de­re tut­ta la sua vita con lui e div­en­ta­re come lui. «Dis­ce­po­lo» è un alt­ro nome per la per­so­na che ha un fon­da­men­to roc­cio­so. I pic­co­li grup­pi sono il cen­tro di for­ma­zio­ne sul­la stra­da per div­en­ta­re un dis­ce­po­lo. Il cris­tia­no francese… 

Squadra dei sogni

15 Mar­zo 2020 
Cosa pos­sia­mo impara­re da Dani­el e dal suo dream team per la nos­tra vita quo­ti­dia­na – in tem­pi buo­ni e dif­fi­ci­li! Incon­tria­mo il popo­lo di Dio oggi in un momen­to in cui pot­reb­be chie­der­si: È ques­ta la fine del popo­lo di Dio: abbia­mo per­so la nos­tra ter­ra, sia­mo scon­fit­ti da una poten­za stra­ni­e­ra; il tem­pio, il nos­tro san­tua­rio, è deru­ba­to e distrut­to; cioè la fine del cul­to! I loro ulti­mi re han­no por­ta­to il popo­lo alla rovina spi­ri­tua­le e sto­ri­ca. E il poten­te re babilonese.… 

Il discepolo

08 Mar­zo 2020 
Cos’è un dis­ce­po­lo? Per arri­va­re al fon­do di ques­ta doman­da, guar­dia­mo all’o­ri­gi­ne di tut­to il dis­ce­po­la­to, il rab­bi­nis­mo nel­la Gali­lea ebrai­ca. Ques­to è il dis­ce­po­la­to: ris­pon­do all’in­vi­to di Gesù a seguir­lo e ora met­to tut­ti i miei sfor­zi per con­di­vi­de­re tut­ta la vita con lui e div­en­ta­re come lui. Il dis­ce­po­lo è un app­ren­dista o un gar­zo­ne di Gesù. «Anda­te dun­que in tut­te le nazio­ni e fate loro dis­ce­po­li» (Matteo 28:19 NL). Pri­ma di questo… 

Ascoltate

23 Feb­braio 2020 
Samue­le era un sacer­do­te, prof­e­ta e cen­tu­r­io­ne in Israe­le cir­ca 3000 anni fa. Nei suoi anni più gio­va­ni ha impa­ra­to ad ascol­ta­re e obbe­dire a Dio. Egli espres­se la sua espe­ri­en­za con le seguen­ti paro­le al re Saul: «Obbe­dir­g­li è mol­to meglio che off­ri­re sacri­fi­ci, ascol­tar­lo è meglio del gras­so degli ari­e­ti» (1Samuele 15:22). Cos’è una vita di ascol­to e di obbe­dien­za ris­pet­to a una vita di offer­ta di sacri­fi­ci? L’ec­ce­zio­na­le importanza… 

La parola costosa

16 Feb­braio 2020 
Samue­le è nato in un’­epo­ca in cui la paro­la di Dio era «cara». Com­ple­ta­men­te maldes­tro e incons­ape­vo­le, comin­ciò ad ascol­ta­re il parl­a­re di Dio. Obbe­dì umilm­en­te al suo Dio e diven­ne così sacer­do­te, prof­e­ta e cen­tu­r­io­ne in una sola per­so­na, come non si era più vis­to dai tem­pi di Mosè. Dal­la sua espe­ri­en­za pos­sia­mo impara­re mol­to per la nos­tra comu­ni­ca­zio­ne con Dio. Quan­do Lo ascol­ti­amo e Gli obbe­dia­mo, div­en­ti­amo bene­detti e una bene­di­zio­ne per gli alt­ri! Come… 

Superare se stessi

09 Feb­braio 2020 
Dio ha fidu­cia in noi per cre­sce­re olt­re noi stes­si e div­en­ta­re così una bene­di­zio­ne per gli alt­ri. Il pic­co­lo Zac­cheo spe­ri­men­tò mol­to dis­p­rez­zo nel­la sua vita, ma le cure amo­re­vo­li di Gesù cam­bia­ro­no tut­to. Gesù gli ha dato la for­za di cre­sce­re ben olt­re se stes­so. Allo stes­so modo, Gesù si rivol­ge a cias­cu­no di noi e ci bene­di­ce con la sua atten­zio­ne in modo che noi a nos­tra vol­ta pos­sia­mo bene­dire gli alt­ri con cura e incorag­gia­men­to. Pen­sa­te­ci: vi vie­ne in men­te una situa­zio­ne in cui sie­te sta­ti in con­tat­to con… 

Abram nel clinch

02 Feb­braio 2020 
Come vive un uomo di Dio sot­to la bene­di­zio­ne di Dio nel­la vita quo­ti­dia­na? E se improv­vi­samen­te ent­ra in un clinch e la pau­ra si dif­fon­de? Cosa pos­sia­mo impara­re da un por­ta­to­re di bene­di­zio­ni del Vec­chio Tes­ta­men­to nel­l’an­no 2020. Abram ha cir­ca 70 anni quan­do lascia Ur in Cal­dea con suo pad­re Terah e sua moglie Sarai, che è ste­ri­le. Con lui c’è anche suo nipo­te Lot, il cui pad­re è mor­to gio­va­ne. La desti­na­zio­ne del viag­gio è Haran; o l’Euf­ra­te o il Tigri… 
«Ed Enoch cammi­na­va con Dio» (Gene­si 5:22). È vita­le cammi­na­re con Dio. Ques­to signi­fi­ca che cam­mi­nia­mo attra­ver­so la vita creden­do e in unio­ne con Dio. La cosa miglio­re che pos­sia­mo fare nel­la vita è accet­t­a­re Gesù nel­la nos­tra vita e chie­de­re e cer­ca­re la Sua volon­tà. Quin­di cam­mi­nia­mo con Dio. Enoch è una del­le per­so­ne più cono­sciu­te del­l’An­ti­co Tes­ta­men­to. Ques­to per­ché, insie­me a Elia, era l’u­ni­co che… 
Nei nos­tri docu­men­ti di base, la mis­sio­ne del see­tal chi­le è descrit­ta con le paro­le rac­co­glie­re, raf­forz­a­re e invi­a­re. Di con­se­guen­za, c’è un’im­ma­gi­ne di visio­ne di un villag­gio. Ora abbia­mo nota­to che la dimen­sio­ne del­la mis­sio­ne man­ca com­ple­ta­men­te dal qua­dro ed è anche poco enf­a­tiz­za­ta nel­la nos­tra cul­tu­ra con­gre­ga­zio­na­le. Credia­mo di aver rag­gi­un­to un pun­to in cui dov­rem­mo con­cen­trar­ci di più sul­la mis­sio­ne e rin­no­va­re il qua­dro del­la visio­ne di con­se­guen­za. «Quan­do il sale arri­va sul­la car­ne, sul pesce.… 

Come te e me

05 Gen­naio 2020 
«Io ti bene­dirò e tu sarai una bene­di­zio­ne» (secon­do Gene­si 12:2). Abra­mo, il pad­re di mol­te nazio­ni, ha rice­vu­to ques­ta pro­messa da Dio. Dio gli chie­se una par­ten­za incredi­bi­le: dove­va lascia­re la sua patria, dove era già radi­ca­to da 75 anni. Come uomo bene­det­to da Dio, dove­va div­en­ta­re una bene­di­zio­ne per mol­te alt­re per­so­ne e nazio­ni. Nel­la vita di Abra­mo e di mol­te alt­re per­so­ne scopria­mo un filo comu­ne: Dio si rivol­ge alle per­so­ne, le bene­di­ce e…